Piano Pernicana e Madonnina della Pineta

Piano Pernicana

Immersa nella secolare Pineta Ragabo, troviamo una larga radura che rappresenta per i gitanti della domenica o delle grandi festività un luogo d’incontro o di riferimento sul versante Etna nord.

Già negli anni ’50 valorizzavano questo territorio dal punto di vista turistico infatti proprio in mezzo alla pineta fù organizzata la 1° coppa Mareneve di sci.

Madonnina della Pineta

In fondo a questo pianoro nel 1954 degli artigiani linguaglossesi costruirono una Grotta in “pomice” pietra lavica rossa e dentro ci posizionarono una statua della madonna.

Nel 2004 la stessa grotta è stata smontata e con il contributo di alcuni cittadini e la collaborazione degli enti la grotta è stata nuovamente restaurata, perchè nel 2002 aveva subito dei danni.

La particolarità, di questa madonnina della pineta, è che tantissimi visitatori o fedeli si recano per un momento di preghiera e poi lasciano dei messaggini scritti in dei fogliettini che vengono incastrati tra le rosse rocce che formano la grotta.

Da qualche anno l’amministrazione comunale di Linguaglossa ha autorizzato in questa “chiesetta all’aperto”, la celebrazione dei matrimoni sull’Etna all’aperto in un paesaggio suggestivo immerso nella secolare pineta.

Area attrezzata Piano Pernicana

Piano Pernicana comprende anche un’area attrezzata con diversi punti di cottura e diversi tavoli, infatti è il luogo perfetto per il pic nic all’aria aperta con la famiglia.

Se volete fare una passeggiata nel raggio di poche centinaia di metri potete andare a visitare lo “zappinazzu” il più grande e vecchio pino dell’Etna, oppure potete ammirare l’ultima lava dell’eruzione del 2002.