Dopo del 2002

Etna nord – Piano Provenzana

Se pensate di scoprire il vulcano Etna a contatto con la natura arrivate a Linguaglossa per visitare Piano Provenzana – Etna Nord.

Salite lungo la”mareneve” fino a quota 1800 metri arrivate in questo anfiteatro naturale, Piano Provenzana, circondato di cascate di lava dei crateri del 2002 e di fronte vedrete l’immensità del cratere di Nord-est che con i suoi sbuffi di gas padroneggia l’intera aria.

Grazie alla sua morfologià e al suo contesto paesaggistico incastonato, tra la cima del vulcano Etna e la secolare pineta Ragabo, Piano Provenzana riesce ad entusiasmare ed attrare chi arriva per visitarlo.

Il suo sguardo che si affaccia sul mar Ionio che va da Taormina fino alla Calabria sorprende i visitatori.

Su questo versante dell’Etna potete ammirare l’evoluzione del vulcano tra immensi boschi di conifere, tra bianchi boschi di betulle o tra la vegetazione che spunta sulle recenti colate di lava.

A Piano Provenzana si riesce a distinguere il vero contrasto tra la potenza del vulcano Etna e la natura.

Piano provenzana è il punto più alto accessibile liberamente con i mezzi a motore, da qui partono tantissime escursioni, e tanti sentieri che ti permettono di passeggiare, o fare del trekking nelle grotte dell’Etna o per i più temerari fare escursioni impegnative sul vulcano Etna.

L’eruzione del 2002

Fra gli ultimi grandi eventi di Piano Provenzana ricordiamo l’eruzione del 2002. Questa eruzione viene anche chiamata dagli studiosi “l’eruzione perfetta”.

Il 27 ottobre del 2002 il Rift di nord-est si attivo formando una “bottoniera” di bocche eruttive. Da qui iniziò a fuoriuscire la lava e rapidamente trasformo la stazione turistica di Piano Provenzana in un deserto lavico.

Tanti anni di storia si cancellarono in poche ore, e pernsate che in soli 10 giorni la lava scese circa 8 km in direzione di Linguaglossa. Una parte di pineta Ragabo e anche le abitudini della fauna furono cancellate durante questa eruzione del 2002.

Se volete andare ai crateri sommitali dell’Etna, questo è attualmente possibile solo a piedi ed accompagnati da una guida vulcanologica autorizzata. Una buona alternativa è comunque l’escursione ai crateri del 2002 sul versante Etna Nord.

Alla scoperta del paesaggio vulcanico

A Piano Provenzana in estate puoi assistere ad uno spettacolo unico al mondo che associa il paesaggio vulcanico a quello marino.

Tantissimi sono i sentieri che ti guideranno alla scoperta di grotte, crateri spenti o addirittura in alcuni rifugi dove potrai anche fermarti e passare una notte sotto le stelle. Ideale per una giornata in primavera, estate oppure in autunno.

Sul versante Etna nord di Linguaglossa potete vivere esperienze uniche ed indimenticabili sopra il vulcano Etna.

Escursione ai crateri sommitali dell’Etna
Purtroppo la strada è attualmente chiusa per motivi politici. Si può raggiungere la cima a piedi solo dall’Etna Nord (minimo 5 ore). Questo va obbligatoriamente fatto con le guide vulcanologiche. Diversamente se si vuole andare in cima al vulcano, allora l’unica opzione è l’escursione con la funivia dell’Etna.

Quad tour Etna
Un escursione a bordo dei quad vi accompagna alla scoperta di aree inesplorate e particolari. In questa escursione in quad sull’Etna sarete voi i protagonisti dell’esperienza e andrete a scoprire grotte di scorrimento lavico, vecchie colate e vecchi sentieri in mezzo al bosco.

quad tour anti covid mascherina

Jeep tour
Con confortevoli jeep 4×4 affronterete dei sentieri sul vulcano Etna che vi guidano alla scoperta di vecchie colate o famose grotte di lava.

Escursione a Cavallo
In sella al cavallo potete esplorare l’Etna tra la secolare pineta Ragabo e le colate che compaiono come monumenti.

cavalli pineta ragabo

Trekking sull’Etna
Numerosi sono i sentieri che permettono di fare trekking sull’Etna con diverse difficoltà e durata.

E-bike tour
Pedalare su sterrati lavici tra roccia e sabbia nera è veramente qualcosa di particolare.

Passeggiate con Alpaca
Camminare in mezzo alla pineta Ragabo in compagnia di bellissimi e dolcissimi alpaca.

Passeggiate con l’asino
In compagnia dei docili asinelli scoprirete le meraviglie dell’Etna, un modo nuovo per far conoscere il vulcano.

Il sentiero TimparossaGrotta dei lamponi è una delle escursioni da non perdere durante il periodo autunnale sul versante Etna nord.

L’escursione ai crateri sommitali è il sogno di tutti coloro che arrivano a Piano Provenzana.

Piano Provenzana è il verde più alto della Sicilia.


In inverno Piano Provenzana è famosa per la sua stazione sciistica con le sue 4 piste da sci.

La stazione di sci di Piano Provenzana è la più attrezzata del sud Italia. Le sue piste sono omologate internazionali e permettono a migliaia di appassionati di sci o snowboard di avventurarsi sul vulcano attivo e godere di questo spettacolo tra neve, fuoco e mare.

Impianti da sci Etna Nord

Sciare sull’Etna può offrire sensazioni uniche al mondo: sciare immersi in uno scenario indimenticabile con il mare e le coste calabresi sullo sfondo.

A Piano Provenzana oggi troverete delle aree parcheggio (a pagamento), dei negozi souvenir, bar, ristoranti e lungo la strada ci sono alberghi e rifugi alpini dove potete anche pernottare.